“Dopo vent’anni di sconfinata libertà tra la baia di Sydney e l’Oceano Pacifico, nella pittura di Bissietta si è affermata imperiosamente la necessità di ordine, di disciplina, di certezza strutturale, di concretezza visiva.

La concezione, la composizione, il metodo, la tecnica dei quadri del nuovo periodo italiano non lasciano nulla alla improvvisazione, e rinnovano il senso della scoperta e della sorpresa che ogni opera pittorica deve ambire e suscitare, attraverso l’intersecazione delle linee e dei piani, la rifrazione delle componenti luminose e coloristiche, sapientemente fuse nella ricerca del ritmo e dell’equilibrio…”

(Giancarlo Caldini. Eco d’Arte Moderna. Firenze ottobre-novembre 1976: Bissietta l’organizzazione armonica del colore)

‘Artista eclettico , ha scritto poesie alcune delle quali pubblicate in Orme. Ha anche raccolto pensieri e massime maturate durante la guerra in Africa in Fiori di Ghibli’.